Scuola di Preghiera 2018-2019

Pubblicato il giorno 10/11/18 alle ore 11:34:07

Sono circa cinquecento i giovani che mensilmente rispondono all’iniziativa della SdP, e chiedono sommessamente: “Dateci il gusto dello stare alla presenza del Signore”. Sono giovani che vanno dai 18 ai 35 anni circa, studenti o lavoratori, tutti accomunati dal desiderio di incontrare il Signore nella sua Parola e nell’Eucaristia. Il primo appuntamento di quest'anno è il 12 novembre 2018. Contattaci qui o su facebook per saperne di più o per partecipare. Prossimo incontro 25 febbraio 2019.

Nessuno nasce sapendo pregare, ma nel corso della vita lo impara e lo acquisisce a seconda della disponibilità e del desiderio.

Come è fatto un incontro della SdP?

Alle ore 19 il seminario apre a tutti coloro che volessero accostarsi a un sacerdote per il sacramento della Riconciliazione o per un dialogo spirituale.

La serata della Scuola di Preghiera inizia con un momento di fraternità e accoglienza alle ore 20.00 nel refettorio del Seminario, dove viene servito un ricco buffet preparato dai seminaristi. Verso le ore 20.30 i giovani vengono invitati a spostarsi in chiesa, dove li aspetta qualche prova di canto e un momento di introduzione alla preghiera. I due pilastri della serata sono poi l’ascolto della Parola di Dio, proclamata dal diacono, e un tempo di adorazione eucaristica. Il vangelo viene introdotto dalla testimonianza di un seminarista, e spiegato, reso concreto e provocante, dalla riflessione del Rettore del Seminario, don Giampaolo Dianin. Il tempo della preghiera personale, nel silenzio e tra canti di lode, si apre poi a due possibilità: terminare la serata con il canto finale alle ore 22.10, oppure prolungare la permanenza in chiesa e il tempo successivo, fino alle ore 23.00, viene lasciato libero: chi vuole può fermarsi in chiesa e continuare l’adorazione silenziosa, chi lo desidera può accostarsi al sacramento della penitenza. 

L’itinerario dell’anno 2018-2019

Ci sembra bello far nostro il tema della GMG di Panama: “Ecco la serva del Signore, avvenga di me secondo la tua parola”. Ecco che quest’anno poniamo l’accento sull’esperienza della Chiamata e della Vocazione. Il titolo, infatti, sarà: “Non temere!”. Sono le parole dell’angelo a Maria; sono nella Bibbia le parole di Dio a tanti suoi chiamati; sono le parole che Dio rivolge a ciascun giovane che intraprende un percorso vocazionale. “Non temere di far spazio alla promessa di Dio in te!”. “Non temere di seguire il Signore!”. “Non temere di cercare ed ascoltare la Sua volontà!”. “Non temere di fare scelte grandi con Dio e per Dio!”. Il percorso, infatti, prevede l’accostamento di figure bibliche che, incontro dopo incontro, faranno emergere aspetti e caratteristiche comuni a ciascuna vocazione. Non mancherà, infine, il riferimento al Sinodo dei Giovani di Padova, recuperando in ciascun incontro alcuni paragrafi della lettera sinodale.

 

Lasciaci un commento